Guida all’acquisto degli infissi in PVC

21 ottobre 2014

2014-10-18 11.05.32

Cosa è bene sapere quando devi acquistare degli infissi in PVC?

 

N° DELLE CAMERE DEL PROFILO: è un fattore importante?

Ciò che è importante è la prestazione termica del profilo (trasmittanza) a prescindere dal numero delle camere. Dunque non soffermatevi troppo sul numero di queste ma guardate il coefficiente di trasmittanza del profilo, più è basso questo valore e più abbiamo di fronte un prodotto con prestazioni termiche maggiori.

LE CARATTERISTICHE DEL VETRO

Il vetro deve essere per prima cosa Basso Emissivo. Cosa significa? E’ un trattamento particolare che viene effettuato sul vetro determinandone la capacità di riflettere il calore dell’interno della stanza evitando la dispersione termica verso l’esterno. Questa proprietà ci garantisce un risparmio sulle spese di riscaldamento ed evita la formazione della condensa.

Richiedi all’interno della camera vetro Il Gas Argon. A parità di temperatura ha una conduttività termica o conducibilità termica (l’attitudine di una sostanza a trasmettere il calore), rispetto all’aria, nettamente inferiore, questo ne determina un valore di trasmittanza del vetro molto più basso. Un altro accorgimento per avere valori di trasmittanza del vetro sempre più bassi è l’utilizzo della canalina calda o Warm edge (bordo caldo). La canalina unisce un vetro all’altro e solitamente è in metallo (materiale conduttore) questo crea la formazione di condensa lungo tutto il bordo del vetro, se invece per la sua realizzazione utilizziamo materiali non conduttori come il polipropilene evitiamo questi fastidiosi problemi.

L’ISOLAMENTO ACUSTICO

Se volete che la tranquillità della vostra casa non venga alterata dai rumori dell’ambiente esterno dovete scegliere vetri con proprietà di abbattimento acustico a seconda del luogo dove abitate. Il coefficiente di abbattimento acustico (Rw) è espresso in decibel (dB). Maggiore è il valore Rw , migliore è l’abbattimento acustico.

VETRI DI SICUREZZA

Le nuove norme UNI 7697/2014 prevedono l’utilizzo di vetri antinfortunistici nelle finestre (solo nella parte interna) e nelle porte finestre (dentro e fuori).

Essi sono realizzati accoppiando 2 lastre di vetro e nella superficie di contatto di questi viene posta una pellicola plastica. Un po’ come avviene per il parabrezza della macchina, i frammenti di vetro che si creano dalla sua rottura vengono trattenuti dalla pellicola riducendo il rischio di ferite da taglio.

FERRAMENTA DI QUALITA’

La ferramenta utilizzata negli infissi deve essere :
-resistente alla corrosione
-di facile manutenzione e pulizia
-facilmente regolabile e precisa nella tenuta della finestra.
Una ferramenta di qualità determina anche una maggiore sicurezza antieffrazione grazie all’utilizzo di placche in acciaio. Richiedete sempre anche il dispositivo anta-ribalta e la microventilazione, quest’ultima permette alla finestra di aprirsi soltanto alcuni millimetri, sufficienti affinchè l’aria possa circolare liberamente.

CLASSE DEL PVC

La norma Uni EN 12608 quando parla di “Classe PVC” in base alla zona climatica si riferisce alla “durabilità” (conservazione delle caratteristiche fisiche e meccaniche del materiale nel tempo) e non riguarda le proprietà isolanti del serramento.
Esistono 2 classi: “M” e “S”, la suddivisione avviene secondo le zone climatiche. L’Italia rientra nella zona a clima S (severo) non per la radiazione solare, ma per la temperatura media nel mese più caldo (che supera i 22°C). Dunque pretendete sempre profili in classe “S”.

I RINFORZI IN ACCIAIO

Verifica sempre che i rinforzi in acciaio siano ben proporzionati alle dimensioni del profilo per determinare una maggiore rigidità dell’infisso finale.

LA POSA DEL SERRAMENTO

Chiedi sempre informazioni sul tipo di posa che effettua l’installatore. Sembra facile all’occhio non esperto, 4 viti e un po’ di silicone, ma tutte le belle caratteristiche dell’infisso possono andare vanificate se questo venisse posato male e senza gli accorgimenti giusti.

RICHIEDI SOLO INFISSI CERTIFICATI E MARCHIATI CE

La certificazione del serramento, redatta dal produttore, dichiara quali caratteristiche fisiche ha l’infisso in tutte le sue parti e ci dà la possibilità di poter richiedere lo sgravio fiscale del 65% nei casi si stia effettuando la sostituzione dei vecchi serramenti.